Calendario Eventi

Novembre 2019
D L M M G V S
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Appuntamenti Forum

Written on 10/01/2014, 10:41 by Moderatore
 La psicologa ed esperta AIC Dott.ssa Francesca SAFINA risponde alle vostre domande. Si ricorda agli utenti che il prossimo incontro si terrà mercoledì...
14862 0
Written on 11/05/2013, 09:46 by Moderatore
  Il medico ed esperto AIC Dott. Francesco VALITUTTI risponde alle vostre domande. Si ricorda agli utenti che il prossimo incontro si terrà mercoledì...
19883 0
Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami

Antitransaglutaminasi bloccati a 200 e mai mossi
(1 Online) (1) Ospite
Scrivi qui le tue domande e condividi le tue curiosità. Noi di AIC saremo lieti di rispondere e invitiamo tutti i membri del Forum a contribuire con una loro risposta.
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Antitransaglutaminasi bloccati a 200 e mai mossi

Antitransaglutaminasi bloccati a 200 e mai mossi 1 Mese, 3 Settimane fa #14580

Buongiorno, ho una bimba di sei anni che ho scoperto essere celiaca a dicembre. nonostante la dieta ferrea glutenfree e le analisi delle intolleranze negative, a di stanza di 9 mesi gli anticorpi risultano fissi a 200. mai mossi. ci potrebbe essere qualche altra causa che innesca gli anticorpi cosi alti? Grazie .

Re: Antitransaglutaminasi bloccati a 200 e mai mossi 1 Mese, 3 Settimane fa #14583

Salve,
in situazioni analoghe i medici consigliano di stilare un diario alimentare per annotare tutti gli alimenti che la bambina assume. Tutti gli alimenti che riportano la dicitura senza glutine contengono meno di 20 parti per milione di glutine per ogni 100 g. di prodotto, che corrisponde allo zero analitico. Valori così alti, almeno da quello che riferisce, "potrebbero" avere come causa una introduzione di glutine a dosi molto alte. In casi simili i medici suggeriscono di aumentare i controlli dietetici, ecco l'importanza del diario alimentare, se frequentano la scuola materna o i nonni. Inoltre sarebbe opportuno parlarne con il pediatra della bambina e eventualmente concordare con lui una visita di controllo presso un centro di riferimento pediatrico per la celiachia.
Intanto le allego, solo per conoscenza, un messaggio del Prof Volta, con il quale si rispondeva a una domanda simile alla sua.
Cordialità.

Valori anticorpali alti nonostante congruo periodo di dieta.

risposta del Prof Umberto Volta, CSN-IAC:

DA circa 30 anni mi occupo di celiachia ed in particolare di diagnostica sierologica della malattia celiaca, settore in cui ho contribuito alla messa a punto di tutti i test per la diagnosi ed il follow-up, a cominciare dagli anticorpi antigliadina per continuare con gli antiendomisio e più recentemente con gli antitransglutaminasi. Devo dire che in base alla mia esperienza valori di anticorpi antitransglutaminasi così elevati (anti-tTG IgA>100 AU v.n. <9AU) dopo un periodo così lungo di dieta (3 anni) hanno una sola spiegazione: da qualche parte il glutine arriva e stimola il sistema immunitario ad una risposta così vivace. Mi è capitato tante volte in questi anni di trovarmi di fronte a pazienti adolescenti e alle loro famiglie che negavano nel modo più assoluto ogni forma di assunzione di glutine per poi prima o poi scoprire che il glutine volontariamente o ad insaputa del paziente (per una informazione non corretta) veniva ingerito ed in dosi anche generose. Un’altra possibilità che prendo sempre in considerazione in questi casi di persistenti valori elevati di anti-tTG è quella che vi sia una patologia autoimmune associata non nota, in grado di ostacolare attraverso meccanismi di alterazione dell’immunità umorale la negativizzazione dei marker della celiachia. Certamente, questa possibilità ancorché non frequente, va esclusa con uno screening dell’autoimmunità a 360 gradi che prenda in considerazione la determinazione degli autoanticorpi non organo specifici, degli ANA su cellule HEp2, degli anti-DNA, degli ANCA e degli ENA. Valori persistentemente positivi di anticorpi antitransglutaminasi, ma a titolo molto più basso (dai valori border-line di 9 AU fino a 20 AU, con range di positività da 9 a 100 AU) possono essere giustificati da una particolare ipersensibilità che alcuni pazienti celiaci mostrano nei confronti anche di tracce di glutine, per cui anche le piccole quantità presenti nei prodotti dietoterapeutici in questo ristrettissimo gruppo di pazienti sono in grado di mantenere una debole risposta anticorpale. Un’altra cosa che farei (se già non è stata fatta) verificherei l’attendibilità degli esami, ripetendoli in un centro di riferimento nella diagnostica anticorpale della celiachia. In conclusione, proprio in base alla lunga esperienza che ho di diagnostica anticorpale, un valore così elevato di anticorpi antitransglutaminasi dopo un periodo sufficientemente lungo di dieta, una volta verificata l’attendibilità del dato ed una volta esclusa una qualsiasi patologia autoimmune associata, può essere spiegato a mio avviso solo con un’assunzione di discrete quantità di glutine.
Prof Umberto Volta.
Arrigo Arrighi
Esperto AIC
Ultima modifica: 1 Mese, 3 Settimane fa Da Arrigo Arrighi Moderatore.

Re: Antitransaglutaminasi bloccati a 200 e mai mossi 1 Mese, 3 Settimane fa #14585

Graze per l tempestiva risposta di cui farò tesoro. vorei precisare un’ulteriore chiarimento in merito, pero; sulla nn assunzione di glutine siamo piu che sicuri, anche perche la bimba essendo piccola sta sempre con noi, e quindi da escludere che prenda dosi di glutine, visto che da casa è sparito tutto. Un altro dubbio sulla patologia nasce dal fatto che alla bambina è stata diagnosticata la celiachia senza aver fatto la gastroscopia, di cui in tanti dicono essere necessaria, ma soltanto tipizzazione e emocromo con risposta immunitaria.

Re: Antitransaglutaminasi bloccati a 200 e mai mossi 1 Mese, 2 Settimane fa #14596

Salve,
per quanto riguarda la diagnosi difficile esprimersi non conoscendo nel dettaglio la storia clinica e l'esito dei test effettuati. In linea generale le posso anticipare che i nuovi criteri diagnostici ( linee guida ) per i bambini che sono stati pubblicati nel 2012 dall'Espaghan sembrano permettere la diagnosi di celiachia, senza la biopsia, valutando i seguenti parametri: -sintomatologia; dosaggio anticorpi Transglutaminasi IgA alti (10 volte superiori al valore normale), confermati da positività EMA;- HLA DQ2 e/o DQ8 positivi; In ogni modo il suggerimento è sempre quello di rivolgersi ad un centro di riferimento per la celiachia pediatrico. Infine mi permetto di sottolineare che nei casi come quello della sua bambina il diario alimentare sarebbe un ottimo strumento di valutazione di compliance alla dieta anche per i medici.
Cordialità.
Arrigo Arrighi
Esperto AIC
Ultima modifica: 1 Mese, 2 Settimane fa Da Arrigo Arrighi Moderatore.

Re: Antitransaglutaminasi bloccati a 200 e mai mossi 1 Mese, 2 Settimane fa #14599

Grazie ancora, potrei allegare i referti eventualmente? la bambina è un cura con un medico pediatra acceeditato AIC, per la malattia, solo che le analisi peggiorano nella risposta immunitaria con linfociti alti e neutrofili bassi.
ccirdiali saluti...
  • Pagina:
  • 1
Tempo generazione pagina: 0.31 secondi
Page Design & Concept by