Calendario Eventi

Aprile 2019
D L M M G V S
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 1 2 3 4

Appuntamenti Forum

Written on 10/01/2014, 10:41 by Moderatore
 La psicologa ed esperta AIC Dott.ssa Francesca SAFINA risponde alle vostre domande. Si ricorda agli utenti che il prossimo incontro si terrà mercoledì...
13835 0
Written on 11/05/2013, 09:46 by Moderatore
  Il medico ed esperto AIC Dott. Francesco VALITUTTI risponde alle vostre domande. Si ricorda agli utenti che il prossimo incontro si terrà mercoledì...
18461 0
Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami

Libro del dott. Davis "Wheat Belly"
(1 Online) (1) Ospite
Scrivi qui le tue domande e condividi le tue curiosità. Noi di AIC saremo lieti di rispondere e invitiamo tutti i membri del Forum a contribuire con una loro risposta.
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Libro del dott. Davis "Wheat Belly"

Libro del dott. Davis "Wheat Belly" 6 Anni, 2 Mesi fa #1462

Buongiorno, vorrei conoscere la sua opinione su questo libro, se lo conosce, io ne ho letto a questo link: senzaglutine.ikaro.com/2012/09/grano-velenoso.html
Già conoscevo la teoria a proposito della mutazione genetica che ha portato alla varietà di grano creso, molto spesso si associa l'incidenza della celiachia alla diffusione di questo nuovo tipo di grano, avvenuta negli anni 70 (se non ricordo male). La conclusione a cui molti giungono è che il grano è tossico e velenoso per tutti, non solo per i celiaci, vorrei conoscere la sua opinione in merito. Grazie!

Re: Libro del dott. Davis "Wheat Belly" 6 Anni, 2 Mesi fa #1467

Salve,
non conosco il libro quindi mi sono limitato a leggere il contenuto del link.
Comunque per meglio chiarire l'argomento è necessario distinguere tra:
1) Modifica genetica del grano.
2) Grano Creso.
Questione 1): Il grano antico, senza dubbio, ha subito nel tempo una modifica genetica attraverso l'ibridazione, cioè ottenuta tra l'incrocio delle varie specie.
Infatti il frumento moderno oltre ad essere più basso e quindi meno incline a subire le avversità del clima è anche più resistente ad alcune malattie,con una resa più alta ( rapporto tra semina e prodotto ottenuto nella stessa superficie di terreno ) rispetto a quella del passato.
Inoltre, è molto probabile, che siano state migliorate le subunità gluteniniche e questo fatto ha permesso alle industrie alimentari di realizzare pasta e prodotti da forno di elevata qualità ma, questa modifica, ha anche aumentato la tossicità del glutine. ( Sul piano pratico, con il termine glutine,si intendono correttamente le prolamine presenti nel frumento... gliadine ). Tuttavia, a mio avviso, ci sono stati anche altri cambiamenti ambientali che rendono il grano e quindi i prodotti derivati, meno tollerati dalle persone come, per esempio, il modo di fare panificazione.
In passato si usava lavorare la farina con il lievito madre ( criscito ) che rendeva il pane, la pizza e i prodotti da forno derivati molto più digeribili. Oggi con l'avvento dei lieviti chimici si è aggiunto un elemento maggiormente nocivo nella realizzazione dei prodotti derivati dal grano e quindi è "molto probabile" che, sia l'incidenza della celiachia, che altre intolleranze, glutine dipendenti, siano maggiormente presenti nelle persone.
Questione 2) Il grano creso è una varietà di frumento moderno realizzato In Italia da un genetista agrario che ho conosciuto durante un convegno svoltosi a Firenze;
Invece il file allegato contiene una mia ricerca sulla storia del grano.
Spero, con quanto trasmesso, di essere riuscito a comunicarle correttamente il mio parere.
Rimango a disposizione per sue ulteriori richieste e/o osservazioni.
Un cordiale saluto.


Topic inviato a Panorama on line:

Mi sembra che la storia del grano Creso, associato alla questione OGM, sia un tormentone senza fine privo di ogni fondamento.
Personalmente ho partecipato nel 2001 ad un convegno organizzato dal Gruppo Consiliare dei Verdi a Firenze, con tema: CELIACHIA E GRANO CRESO.
Al Convegno era presente anche il genetista agrario ideatore del Creso, una varietà di frumento ottenuto dalla selezione e l’incrocio di alcune specie di grano duro. Secondo “l’inventore” di questa varietà di grano le notizie riportate dai giornali e, all’epoca, da “Striscia La Notizia” con la famosa intervista al Prof.Pecchiai, sono prive di ogni logica e di verità. Infatti sia i giornali che il prof. intervistato, dichiaravano che il grano creso era stato trattato con raggi X e questo fatto avrebbe apportato una modifica genetica del frumento causando l’aumento della celiachia negli ultimi 25 anni. Riporto le dichiarazioni del genetista agrario, presente al convegno e ideatore del grano Creso: “Innanzitutto i raggi X possono alterare solo il grano trattato ma non modificarlo geneticamente, per cui nella successiva semina si sarebbe perso lo scopo maldestro di ottenere un grano più ricco di glutine".Questo, goffo, tentativo fu fatto da un dentista ( mi sembra di ricordare) di Pisa”. Un altro aspetto importante della questione non conosciuto dai non addetti ai lavori, come tra l’altro sottolineato dal Presidente AIC, Adriano Pucci, presente al Convegno, é che la celiachia è una malattia geneticamente determinata da alcuni aplotipi:DQ2 e/o DQ8; coloro che non posseggono, sul loro HLA, questi aplotipi non possono sviluppare la celiachia perché manca loro il gene necessario a costruire la risposta alterata al glutine. Casomai un frumento con notevoli subunità gluteniniche può rendere “palesi” casi di celiachia silenti in soggetti predisposti.
All’ unanimità venne riconosciuto che l’ aumento di celiachia negli ultimi anni è legato ai migliori test di diagnosi e ad una classe medica sempre più aggiornata, grazie anche ai medici Consulenti Scientifici per A.I.C.
Il grano creso, come sopra suesposto, e un tipo di frumento duro ancora coltivato in molte regioni ed è sottoposto ai controlli e alle discipline produttive del Ministero delle Cerealicolture. Con questo messaggio ho inteso portare un po’ di equilibrio nella questione grano creso.
Notizie allarmanti e prive di fondamento possono essere causa di apprensione da parte dei celiaci, dei loro familiari e dei soggetti predisposti alla malattia.
Arrigo Arrighi.



File allegato:

Nome del File: STORIADELGRAN01.pdf
Dimensione del File: 18 KB
Arrigo Arrighi
Esperto AIC

Re: Libro del dott. Davis "Wheat Belly" 6 Anni, 2 Mesi fa #1477

Mille grazie dott. Arrighi per la sua risposta chiara ed esaustiva. Il suo lavoro è veramente prezioso per i celiaci (e genitori di celiaci, come nel mio caso) e per tutti coloro che hanno a cuore un'alimentazione sana.
  • Pagina:
  • 1
Tempo generazione pagina: 0.33 secondi
Page Design & Concept by