Calendario Eventi

Ottobre 2019
D L M M G V S
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

Appuntamenti Forum

Written on 10/01/2014, 10:41 by Moderatore
 La psicologa ed esperta AIC Dott.ssa Francesca SAFINA risponde alle vostre domande. Si ricorda agli utenti che il prossimo incontro si terrà mercoledì...
14694 0
Written on 11/05/2013, 09:46 by Moderatore
  Il medico ed esperto AIC Dott. Francesco VALITUTTI risponde alle vostre domande. Si ricorda agli utenti che il prossimo incontro si terrà mercoledì...
19657 0
Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami

accertamenti per escludere morbo crohn
(1 Online) (1) Ospite
Scrivi qui le tue domande e condividi le tue curiosità. Noi di AIC saremo lieti di rispondere e invitiamo tutti i membri del Forum a contribuire con una loro risposta.
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: accertamenti per escludere morbo crohn

accertamenti per escludere morbo crohn 5 Anni, 1 Mese fa #5615

il medico visto il gonfiore addominale e la stipsi mi ha richiesto colonscopia per escludere morbo crohn.
Altre manifestazioni tipo cisti del cuoio capelluto, in passato blefariti, calazio e stipsi ostinata possono essere eventualmente collegate ad un'eventuale morbo crohn?
grazie

Re: accertamenti per escludere morbo crohn 5 Anni, 1 Mese fa #5616

Salve,
la sintomatologia del morbo di Crohn può essere inizialmente ingannevole: dapprima può comparire soltanto uno stato febbrile, in seguito invece si manifestano dolori addominali soprattutto nel quadrante inferiore destro dell'addome (fossa iliaca destra), parte questa dove la malattia si localizza più spesso.Il dolore insorge spontaneamente, è sordo, continuo e si accentua alla palpazione. In questa sede è frequente la percezione di masse "a salsicciotto", irregolari e dolenti.Il morbo di Crohn si caratterizza anche per la presenza di diarrea (3-4 scariche al giorno), con feci semiliquide o acquose, senza presenza di sangue visibile (anche se frequenti sono gli episodi di sanguinamento occulto). Il processo infiammatorio causato dal morbo di Crohn, soprattutto se coinvolge ampi tratti d'intestino, altera i meccanismi di assorbimento di diverse sostanze a causa del mancato riassorbimento dei sali biliari, che normalmente stimolano il riassorbimento dei grassi alimentari, e pertanto può determinare anche la comparsa di steatorrea (grassi nelle feci).( fonte: Eurohospital )
Comunque il medico specialista, gastroenetrologo, dopo aver valutato la sua storia clinica, saprà darle maggiori e più qualificate informazioni anche sulla sintomatologia da lei descritta.
Intanto le allego, solo per conoscenza, un messaggio di un medico consulente per aic che rispondeva ad una richiesta simile alla sua.
Un cordiale saluto

Test e valutazione clinica per diagnosi morbo di Crohn.
Oltre alle analisi nella diagnosi entra in gioco il contatto diretto con il paziente, cioè la raccolta della sua storia clinica e la visita medica.
Merita attenzione il valore della calprotectina che aumenta nei casi di malattia infiammatoria intestinale (tipo m. di Crohn), ma anche questa ipotesi va suffragat da dati clinici (vedi sopra).
Dott. Giancarlo Sandri. Consulente scientifico AIC Lazio-Direttore Unità Operativa Nutrizione Clinica Ospedale S. Eugenio di Roma
Arrigo Arrighi
Esperto AIC
  • Pagina:
  • 1
Tempo generazione pagina: 0.29 secondi
Page Design & Concept by