Calendario Eventi

Luglio 2019
D L M M G V S
30 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3

Appuntamenti Forum

Written on 10/01/2014, 10:41 by Moderatore
 La psicologa ed esperta AIC Dott.ssa Francesca SAFINA risponde alle vostre domande. Si ricorda agli utenti che il prossimo incontro si terrà mercoledì...
14323 0
Written on 11/05/2013, 09:46 by Moderatore
  Il medico ed esperto AIC Dott. Francesco VALITUTTI risponde alle vostre domande. Si ricorda agli utenti che il prossimo incontro si terrà mercoledì...
19104 0
Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami

Chiarimento diagnosi celiachia
(1 Online) (1) Ospite
Scrivi qui le tue domande e condividi le tue curiosità. Noi di AIC saremo lieti di rispondere e invitiamo tutti i membri del Forum a contribuire con una loro risposta.
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Chiarimento diagnosi celiachia

Chiarimento diagnosi celiachia 3 Anni, 11 Mesi fa #8025

Buonasera,
ho da poco ricevuto l'esito della biopsia fatta con la gastroscopia:
BIOPSIA DUODENALE - 2^ porzione
Mucosa duodenale con atrofia dei villi di grado lieve associata ad iperplasia delle cripte con riduzione dell'attività mucipara e aumento delle mitosi, presenza di enterociti di superficie di altezza ridotta con orletto a spazzola irregolare e focali vacuolizzazioni citoplasmatiche.
LInfociti intraepiteliali superiori a 25 su 100 enterociti.
Quadro clinico coerente con celiachia tipo 3a sec. Marsh-Oberhuber, grado B1 sec. Corazza-Villanacci.
BIOPSIA BULBO DUODENALE
Mucosa duodenale con atrofia dei villi di grado moderato associata ad iperplasia delle cripte con riduzione dell'attività mucipara e aumento delle mitosi, presenza di enterociti di superficie di altezza ridotta con orletto a spazzola irregolare e focali vacuolizzazioni citoplasmatiche.
LInfociti intraepiteliali superiori a 25 su 100 enterociti.
Quadro clinico coerente con celiachia tipo 3a sec. Marsh-Oberhuber, grado B1 sec. Corazza-Villanacci.

Ac ANTIENDOMISIO Positivo
Ac ANTITRANSGLUTAMINASI IgA 6.5

Avendo effettuato l'esame in regime di ricovero, l'esito mi è stato comunicato giorni dopo la dimissione. Il medico che mi ha seguito mi ha prescritto una visita con un gastroenterologo e con una dietologa che effettuerò tra un paio di settimane.

Le mie domande sono:
-E' una celiachia grave?
-Ho già iniziato ad eliminare il glutine (che comunque consumavo in quantità ridotta) ma, consultando il vostro sito ho appreso che ci sono un'infinità d'insidie su alimenti apparentemente senza glutine, con il mio grado di celiachia, devo eliminare totalmente il glutine ed anche i cibi a rischio contaminazione?
-Sarà così per tutta la vita?
- Ci sono esami mancanti per una diagnosi completa?

Ringrazio in anticipo chi volesse aiutarmi.
Buona serata
GIorgia

Re: Chiarimento diagnosi celiachia 3 Anni, 11 Mesi fa #8026

Salve,
purtroppo non esiste una celiachia meno grave e una volta posta la diagnosi la dieta deve essere seguita per tutta la vita. Sarebbe auspicabile non iniziare la dieta senza glutine prima di essersi confrontata, documentazione completa alla mano, con il medico specialista o un centro di riferimento regionale per la celiachia.Colgo l'occasione per ricordare che la diagnosi di celiachia deve essere posta da medici di riferimento indicati dal SS della sua regione, in quanto l'erogazione gratuita dei prodotti viene concessa ai celiaci dopo certificazione posta da un medico, o da un centro specialistico, accreditato.
Rimano a disposizione per sue ulteriori richieste e/o chiarimenti.
Un cordiale saluto.
Arrigo Arrighi
Esperto AIC

Re: Chiarimento diagnosi celiachia 3 Anni, 11 Mesi fa #8027

Grazie Arrigo,
grazie per il consiglio, non inizierò la dieta finché non incontrerò il gastroenterologo e la dietologa.
Pensavo che iniziando prima limitavo eventuali danni ma, evidentemente, se ci dovessero essere altri esami da fare risulterebbero non attendibili.

Ho appuntamento con lo specialista, appunto, perchè la diagnosi sia completa ed accertata.

Ho mille dubbi e perplessità ma spero che con il tempo e con gli specialisti a disposizione, tutto si "rischiari".

Grazie ancora e buona giornata
Giorgia

Re: Chiarimento diagnosi celiachia 3 Anni, 10 Mesi fa #8091

Buongiorno,
in riferimento al mio precedente topic, volevo chiedere un piccolo chiarimento.
Ho eseguito una visita gastroenterologica tramite il SS in un ente accreditato perchè mi venisse rilasciata la certificazione di morbo celiaco per l'esenzione.
Il medico che mi ha "visitato" e rilasciato una sorta di certificazione non è stato riconosciuto come idoneo dalla mia asl di zona e mi è stato indicato di rivolgermi ad un gastroenterologo dell'ospedale regionale della mia città.
Ho incontrato stamane il gastroenterologo dell'ospedale e mi ha detto che non ho tutti gli eami in regola per ottenere l'esenzione essendo le transglutaminasi entro i valori di riferimento (ho 6.5 e come valore di riferimento c'è <7 negativo).
Il medico mi ha quindi indicato di rifare le transglutaminasi e, se dovessero risultare nuovamente negative o dubbie, devo procedere con la ricerca genetica.
Come da precedente topic la gastroscopia è positiva e rivela un livello 3a e l'anti endomisio è risultato positivo.
Purtroppo io avevo già iniziato la dieta, come suggerito dal precedente gastroenterologo ed ora mi ritrovo che, prima di eseguire nuovamente le analisi, devo mangiare normalmente (includendo quindi il glutine) per un mese.
A prescindere dalla confusione creata tra le varie prenotazioni a causa di qualche operatrice frastornata, la mia domanda riguarda la mia salute in questo mese.
Cosa potrebbe causare l'ingestione di glutine ora che ho scoperto la possibile causa del mio precedente ricovero? Potrebbe ricapitarmi? Posso stare tranquilla ugualmente?

Ringrazio anticipatamente per la risposta.
Saluti
  • Pagina:
  • 1
Tempo generazione pagina: 0.30 secondi
Page Design & Concept by