Calendario Eventi

Ottobre 2019
D L M M G V S
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

Appuntamenti Forum

Written on 10/01/2014, 10:41 by Moderatore
 La psicologa ed esperta AIC Dott.ssa Francesca SAFINA risponde alle vostre domande. Si ricorda agli utenti che il prossimo incontro si terrà mercoledì...
14720 0
Written on 11/05/2013, 09:46 by Moderatore
  Il medico ed esperto AIC Dott. Francesco VALITUTTI risponde alle vostre domande. Si ricorda agli utenti che il prossimo incontro si terrà mercoledì...
19690 0
Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami

semi e contaminazione
(1 Online) (1) Ospite
Scrivi qui le tue domande e condividi le tue curiosità. Noi di AIC saremo lieti di rispondere e invitiamo tutti i membri del Forum a contribuire con una loro risposta.
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: semi e contaminazione

semi e contaminazione 3 Anni, 8 Mesi fa #9133

Salve,
in alcune confezioni di semi c'è scritto "può contenere tracce di glutine", in altre no.
Uso spesso i semi per fare il pane e vorrei capire come faccio a essere sicura. Non credo che sciacquarli sia una alternativa "facile".

Re: semi e contaminazione 3 Anni, 8 Mesi fa #9135

Salve,
domande analoghe erano già state poste sul forum; di seguito le allego la risposta ricevuta dalla segreteria alimenti.
Un cordiale saluto.

Claim preacauzionale "può contenere tracce di glutine"

Per quanto riguarda la posizione di AIC sull’uso del claim precauzionale “può contenere tracce di glutine/frumento” su alimenti sostanzialmente non trasformati, come ad esempio frutta secca, semi, cereali in grani o legumi secchi, l’ispezione visiva e l’eliminazione di eventuali grani estranei, garantiscono ampiamente il celiaco. Durante la produzione ed il confezionamento di questo genere di prodotti, infatti, è possibile, anche se raramente, la contaminazione con grani di cereali contenenti glutine, come ad esempio chicchi di orzo.Questo fatto non deve destare reale preoccupazione nel celiaco in quanto è sufficiente verificare l’assenza di corpi estranei (quindi semi o grani differenti rispetto al legume che si intende utilizzare). Trattandosi di semi/grani interi, non è possibile una contaminazione diretta da glutine dei legumi (il glutine si trova nella parte più interna del chicco di cereale) e dato che la loro tossicità si esplicherebbe solamente nel momento in cui venissero ingeriti, vanno semplicemente eliminati.
Pertanto, tali categorie di alimenti continuano ad essere considerati idonei al celiaco.

È comunque utile segnalare sempre all’AIC ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) il nome del prodotto e la marca (ed eventualmente inviare foto dell'etichetta), in modo da permetterci di contattare e sensibilizzare l’azienda sul tema.
Cordialità.
Segreteria Alimenti/Gruppo AIC
Arrigo Arrighi
Esperto AIC

Re: semi e contaminazione 3 Anni, 8 Mesi fa #9138

Salve, la ringrazio per la risposta.
Ero a conoscenza di questo argomento sui legumi, ma pensavo che sui semi il rischio contaminazione fosse anche per farine o comunque frumento macinato e non solo per "corpi estranei"..
Infatti questa scritta la vedo anche in buste di semi molto piccoli (Chia, papavero) dove un chicco di frumento direi che salterebbe all'occhio, mi pare strano che lo scrivano..

Re: semi e contaminazione 3 Anni, 8 Mesi fa #9139

Salve,
se legge bene il post precedente il riferimento non è solo ai legumi, ma anche ai semi.
Comunque è possibile segnalare all’AIC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. il nome del prodotto e la marca (ed eventualmente inviare foto dell'etichetta), in modo da poter di contattare e sensibilizzare l’azienda sul tema.
Un cordiale saluto.
Arrigo Arrighi
Esperto AIC
  • Pagina:
  • 1
Tempo generazione pagina: 0.32 secondi
Page Design & Concept by